Il popolo dello Zambia ha parlato: vuole una nuova Costituzione prima delle elezioni presidenziali e parlamentari del 2011

27 Gennaio 2010
PDFStampaE-mail

21/05/2007


Il popolo dello Zambia ha parlato: vuole una nuova Costituzione prima delle elezioni presidenziali e parlamentari del 2011.

Tenendo in mente che la tradizione cattolica vede la partecipazione nel processo politico come un dovere morale.i Vescovi cattolici riuniti nell’incontro del loro Consiglio allargato, notano, con profondo dispiacere, l’impasse che avvolge il processo per dotare il Paese di una nuova Costituzione.

I Vescovi sottolineano la necessità di una nuova Carta Costituzionale in quanto “43 anni dopo l’indipendenza, il Paese ha bisogno urgente di una Costituzione inclusiva che permetta al nostro popolo di rispondere alle numerose sfide che dobbiamo affrontare come nazione. Ancora più di prima, lo Zambia ha bisogno di una Costituzione che faccia decollare la trasformazione positiva del Paese”.

Il documento sottolinea anche l’impegno profuso dalla Chiesa cattolica per aiutare la nazione a dotarsi di una nuova Carta fondamentale: “nel corso degli anni, come Vescovi cattolici, abbiamo ascoltato le grida del nostro popolo; abbiamo persino inviato dei rapporti scritti alle diverse Commissioni per la revisione costituzionale; abbiamo partecipato ai vari forum di discussione costituzionali; invitato i nostri capaci studiosi a districare le difficoltà che intralciano il cammino verso una nuova Costituzione”. In base all’esperienza maturata, i Vescovi sono giunti alle seguenti conclusioni: in primo luogo, “la popolazione ha parlato in modo forte e chiaro sul fatto che vuole una nuova Costituzione e non un emendamento di quella in vigore”; secondo, “è chiaro che per il bene della nazione, il problema costituzionale e quello della legge elettorale deve essere risolto molto prima delle elezioni presidenziali e parlamentari del 2011”; terzo, “il nostro Paese sta rallentando il proprio sviluppo a causa del prolungarsi del dibattito sulla Costituzione”.

Sottolineando la necessità di accelerare il processo di riforma costituzionale coinvolgendo l’intera società dello Zambia, il documento conclude: “Come Vescovi cattolici, insieme alla Chiesa e all’intera nazionale, siamo pronti a dare pieno supporto a questo approccio, perché qualsiasi cosa diversa da questo porterà solo a ulteriori tensioni e ad un aumento della divisione e del confronto nel Paese. La nostra popolazione merita di meglio”.

AngolaBeninBurundiCameroonGabonKenyaMalawimonzambicoNamibiaCentral-African-RepublicCongo-BrazzavillecongoRwandaSao-Tome-&-PrincipeSudanTanzaniaUgandaZambiaZimbabwe

Registrazione

Il successo del nostro portale ha reso necessaria la creazione di uno spazio risevato ai nostri utenti. Da oggi registrandosi riceverete gratuitamente:

Log in e Password per accedere all'area riservata in piena sicurezza;
News Letter, per ricevere nella casella di posta le notizie più importanti, gli appuntamenti con ItalAfrica, gli Eventi che caratterizzano la nostra attività;
Magazine, per scaricare il periodico di Italafrica;
Faq per domande per chiarimenti generali;
Info e Supporto, per parlare con gli operatori di ItalAfrica centrale.

Registrazione gratuita      e mail2 

Area Utente

Iscriviti alla NewsLetter

Iscriviti alla NewsLetter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie dall'Africa
Inserisci la mail di iscrizione per cancellarti dalla Newsletter

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information