xpornplease.com pornjk.com porncuze.com

Missione in Mozambico - Pagina 2

19 Marzo 2010
PDFStampaE-mail
Indice
Missione in Mozambico
Pagina 2
Tutte le pagine

 

Al termine delle riunioni bilaterali, gli imprenditori intervenuti hanno espresso viva soddisfazione per la qualità degli incontri effettuati e lo spessore umano dei rappresentanti istituzionali. Lampante, infatti, è la determinazione di questo Paese a perseguire obiettivi di crescita e di rinnovamento da conseguire soprattutto mediante il coinvolgimento di investitori stranieri.

Organizzazione workshop

Dopo gli incontri si sono svolti 2 workshop. Il primo è stato organizzato presso il Pestana Rovuma Hotel di Maputo. La dott.ssa Rosa Alba Cestari ed il dott. Antonio Picone, dopo aver condotto una disamina dei principali settori di interesse strategico per gli investimenti, hanno proposto un focus sulle Zone Economiche Speciali (ZEE). In Mozambico, ne è stata creata una sola, quella della Valle dello Zambesi, in vigore fino all’anno 2025, che gode di un regime fiscale e doganale speciale:
• Esenzione dei diritti d’importazione delle merci destinate a nuovi investimenti, riabilitazione o espansione di progetti
• Esenzione della accisa sull’acquisto di immobili
• Riduzioni e detrazioni speciali dell’imposta IRPC
La Valle dello Zambesi si estende nell’area geografica che racchiude: Provincia di Tete, Provincia della Zambezia, Provincia di Sofala, Provincia di Manica.
Tra i settori ammissibili a godere del regime speciale: agricoltura, selvicoltura, acquicoltura, zootecnia (allevamento bestiame), utilizzazione (sfruttamento) forestale, fauna selvaggia, rifornimento dell’acqua, produzione, trasporto e distribuzione di energia elettrica, telecomunicazioni, costruzione civile e lavori pubblici, industria, banche, assicurazioni e trasporti.
Di notevole interesse la partecipazione al workshop di alcuni funzionari del CPI (Centro di promozione degli investimenti) che propone una serie di servizi per aiutare gli investitori nazionali e stranieri facilitando loro l’accesso agli incentivi statali.
In particolare, fornisce assistenza per l’approvazione e l’attuazione di progetti di investimento, promuove i legami tra le imprese nazionale ed estere, individua e diffonde le opportunità di investimento, individua i possibili partner per le la joint-venture, ecc.
Il secondo workshop ha avuto come tema principale il confronto tra il modello turistico italiano e quello mozambicano. Per la parte italiana sono intervenuti il Dott. Achille Lauro e il Dott. Antonio D’Aniello, mentre per la parte mozambicana ha partecipato un delegato in rappresentanza della segretaria permanente del Ministero del Turismo, sig.ra Fernanda Matsinhe. Secondo i dati forniti dal Ministero, nel 2008 sono entrate in Mozambico ca. 1, 5 milioni di persone di cui ca. 1,02 milioni per turismo, con un incremento del 33% rispetto all’anno precedente. Il workshop è stata l’occasione per presentare il progetto del Governo di elaborare un piano d’azione 2010-2012 finalizzato a posizionare il Mozambico sul mercato turistico internazionale. Congiuntamente è in atto una campagna promozionale volta alla valorizzazione della cultura mozambicana, della sua gastronomia e delle sue bellezze naturali. Tra le priorità rientra la formazione di personale specializzato e l’ammodernamento delle strutture turistiche in modo da aumentare la capacità ricettiva ed adeguarle ai migliori standard internazionali. Per sostenere lo sviluppo del turismo e soprattutto incentivare gli investimenti in questo settore, il Governo promette una semplificazione delle procedure burocratiche e facilitazioni fiscali.
Al termine dei workshop, si sono svolti alcuni incontri btob (business to business) con gli imprenditori mozambicani intervenuti. Questo momento, reso possibile grazie ad un’attività preliminare di identificazione, scouting e sensibilizzazione delle imprese e degli stakeholders locali, ha offerto agli imprenditori italiani la possibilità di un approccio diretto con i potenziali interlocutori e partner del Paese.
Conclusi i lavori, gli astanti hanno partecipato ad un momento di convivialità con degustazione di prodotti tipici italiani.

Risultati ottenuti

Il bilancio della missione è senza dubbio positivo. Non solo si è riusciti a coinvolgere un discreto numero di imprese ma sono state poste le basi per promuovere la realizzazione di progetti di cooperazione allo sviluppo nei settori prioritari di intervento (fonti rinnovabili e tutela dell’ambiente, approvvigionamento energetico, creazione di attività imprenditoriali, rafforzamento del capitale umano locale). Infatti, a più riprese durante la missione, è emerso l’interesse a partecipare a tali progetti da parte di autorità locali, associazioni, ong, operatori del settore privato.


Torna a Home Missioni svolte



AngolaBeninBurundiCameroonGabonKenyaMalawimonzambicoNamibiaCentral-African-RepublicCongo-BrazzavillecongoRwandaSao-Tome-&-PrincipeSudanTanzaniaUgandaZambiaZimbabwe

Registrazione

Il successo del nostro portale ha reso necessaria la creazione di uno spazio risevato ai nostri utenti. Da oggi registrandosi riceverete gratuitamente:

Log in e Password per accedere all'area riservata in piena sicurezza;
News Letter, per ricevere nella casella di posta le notizie più importanti, gli appuntamenti con ItalAfrica, gli Eventi che caratterizzano la nostra attività;
Magazine, per scaricare il periodico di Italafrica;
Faq per domande per chiarimenti generali;
Info e Supporto, per parlare con gli operatori di ItalAfrica centrale.

Registrazione gratuita      e mail2 

Area Utente

Iscriviti alla NewsLetter

Iscriviti alla NewsLetter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie dall'Africa
Inserisci la mail di iscrizione per cancellarti dalla Newsletter

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information