Kenya Economia - Pagina 4

26 Gennaio 2010
PDFStampaE-mail
Indice
Kenya Economia
Pagina 2
Pagina 3
Pagina 4
Pagina 5
Tutte le pagine

INCENTIVI AGLI INVESTIMENTI
In base all'Investment Promotion Act gli investitori stranieri che decidono di operare in Kenya devono apportare un capitale minimo di 500,000$ e sono soggetti ad un processo di selezione da parte della Kenya Investment Authority (KIA).
Gli incentivi generici mirano ad accrescere l'ammontare di riserve di valuta, a creare lavoro e a favorire il trasferimento di tecnologie. Dal punto di vista fiscale sono previsti:

 

  • una tassa doganale fissa pari al 10% per attrezzature e macchinari, qualora si preveda che l'investimento migliori le entrate di valuta pregiata per il Paese oppure offra un risparmio sulle importazioni;

 

  • una tassa doganale fissa pari al 10% per le importazioni di impianti e di attrezzature destinate al miglioramento delle attività rurali;

 

  • una riduzione delle tasse del 50% calcolate sui profitti derivanti dalle attività metropolitane.

Gli investitori nel settore industriale e alberghiero hanno un'esenzione fiscale e sui costi sostenuti, pari al 100% dell'investimento.
Le aliquote annue di ammortamento sono calcolate rispettivamente al:

 

  • 4% per gli hotel;

 

  • 2,5% per i fabbricati;

 

  • 12,5% per gli impianti e per i macchinari;

 

  • 25 - 37,5% per i veicoli a motore;

 

  • 30% per i computer e per i materiali d'ufficio.

 

Inoltre i carburanti importanti, destinati alla produzione industriale, beneficiano del rimborso del dazio.
È interessante notare che i dazi pagati sui beni industriali importati da un'azienda, il cui volume d'affari supera i 5 milioni di Dollari, costituiscano un credito d'imposta sull'ammontare dell' imposta sulle persone fisiche keniota dovuta dall'imprenditore straniero all'Erario.

EXPORT PROCESSING ZONE PROGRAMME
Allo scopo di favorire le esportazioni il Governo keniota ha creato oltre 40 aree speciali dislocate in tutta la nazione, identificate come Export Processing Zones (EPZ). Le principali aree sono: Athi River, che è la maggiore, situata a soli 30 km da Nairobi, alcune aree di Nairobi, nonchè le città di Voi, Kerio Valley, Mombasa e Kilifi.
Le imprese operanti nell'EPZ devono esportare almeno l'80% della loro produzione. Qualora lo desiderassero esse possono vendere la rimanente parte sul mercato locale, dietro l'approvazione del Ministero del Commercio e dell'Economia.
In questo caso il 20% dei beni venduti non beneficieranno di alcuna esenzione.
Dopo una prima richiesta gli investitori interessati possono presentare all'Export Processing Zone Authority (EPZA) un progetto di 2-3 pagine descrivendo il prodotto o il servizio che intendono sviluppare, il processo produttivo, i mercati di destinazione, il costo del progetto, le modalità di finanziamento, le possibilità di lavoro offerte e le tecnologie trasferibili apportate.
La spesa che si deve sostenere per sottoporre il progetto all'attenzione del EPZA è di 250$.
I criteri di scelta applicati dall'EPZA sono basati sulle prospettive di creazione di occupazione, sulle prospettive di sviluppo di nuovi prodotti e di nuovi mercati e sull'integrazione con l'economia del Kenya.
Entro 30 giorni dalla presentazione della domanda l'investitore viene informato sulla decisione presa dal preposto comitato attraverso la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del Kenya. A seguito della stessa viene rilasciata la licenza d'impresa EPZ e avviene la registrazione della compagnia. Da questo momento la società è tenuta al pagamento di una tassa annua rinnovabile pari a US$ 1000.
Dal momento della registrazione è possibile iniziare la propria attività, quindi l'apertura del conto corrente, l' importazione di macchinari, l'occupazione dell'area stabilita e l'assunzione del personale. Tutte le imprese che decidono di partecipare al programma devono iniziare la loro attività in una delle sopraccitate aree EPZ.

Gli investitori che operano sulle aree facenti parti del programma EPZ sono beneficiari dei seguenti incentivi fiscali:

  • 10 anni di esenzione per l’imposta sulle società e successivamente una tassa fissa del· 25% (non applicabile alle autorizzazioni commerciali di EPZ);

 

  • esenzione dalla tassa da bollo;

 

  • deduzione del 100% sull’investimento originale nel corso di 20 anni;

 

  • esenzione perpetua di dazi e dell’Iva sulle materie prime e macchinari importati.

Ulteriori opportunità di affari ed investimento includono e riguardano anche altri settori.
Inoltre la Export Processing Zone Authority (EPZA) offre l'approvazione dei progetti presentati in un tempo molto breve, che di norma non supera i 30 giorni, non è richiesto un ammontare minimo per l'investimento e le operazioni sono coperte da un'unica licenza rilasciata dalla EPZA.
Infatti, grazie all’accordo AGOA (American Growth and Opportunity Act) ci sono concrete possibilità di investire nel campo della produzione e trasformazione di cotone.
L’allevamento di animali esotici, quali i cammelli, oltre a quello più tradizionale di bovini, ovini e caprini, garantisce di operare contestualmente nei settori della produzione casearia, di carne e di pellame.
Il Kenya possiede una forza di lavoro di 14,8 milioni, ben istruita, che parla Inglese ed è molto adattabile. Personale professionale qualificato può essere assunto a prezzi ragionevoli, per tutte le professioni ed a tutti i livelli di competenza.



AngolaBeninBurundiCameroonGabonKenyaMalawimonzambicoNamibiaCentral-African-RepublicCongo-BrazzavillecongoRwandaSao-Tome-&-PrincipeSudanTanzaniaUgandaZambiaZimbabwe

Registrazione

Il successo del nostro portale ha reso necessaria la creazione di uno spazio risevato ai nostri utenti. Da oggi registrandosi riceverete gratuitamente:

Log in e Password per accedere all'area riservata in piena sicurezza;
News Letter, per ricevere nella casella di posta le notizie più importanti, gli appuntamenti con ItalAfrica, gli Eventi che caratterizzano la nostra attività;
Magazine, per scaricare il periodico di Italafrica;
Faq per domande per chiarimenti generali;
Info e Supporto, per parlare con gli operatori di ItalAfrica centrale.

Registrazione gratuita      e mail2 

Area Utente

Iscriviti alla NewsLetter

Iscriviti alla NewsLetter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie dall'Africa
Inserisci la mail di iscrizione per cancellarti dalla Newsletter

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information